Progetto AZIENDA PULITA

Azienda Pulita è un’iniziativa nata nel 1999 con l’obiettivo di regolamentare in modo unitario, nel rispetto della normativa, la gestione dei rifiuti agricoli prodotti in tutta la provincia di Padova.
L’Accordo di Programma, sul quale l’attività si fonda, vede coinvolti la Provincia di Padova, la Camera di Commercio Padova di Padova, i quattro Consorzi di Bacino, le Associazioni di Categoria degli agricoltori, Coldiretti, Confagricoltura, C.I.A, Eurocoltivatori, Copagri ed il Consorzio Agrario di Padova e Venezia.
L’Accordo istituisce un servizio pubblico integrativo di raccolta rifiuti agricoli nella Provincia di Padova che prevede la possibilità per gli agricoltori di conferire presso centri autorizzati, oppure di richiedere la raccolta a domicilio.
La gestione è effettuata con la garanzia di:
  • corretto smaltimento dei rifiuti agricoli, che non possono essere assimilati agli altri rifiuti urbani;
  • elevati livelli di recupero e riciclaggio (più del 90% del rifiuto raccolto viene riciclato);
  • corretta gestione dei rifiuti pericolosi;
  • semplificazione degli adempimenti amministrativi a carico delle imprese agricole;
  • formazione ed informazione degli agricoltori in merito alla gestione dei rifiuti ed alle modifiche normative.
L’iniziativa ha da sempre raccolto numerose adesioni, conta più di 8.000 iscritti, ed i quantitativi di rifiuti raccolti sono in crescita. Strategica per la riuscita del servizio e per l’incremento delle adesioni è l’iniziativa “Progetto Azienda
Pulita”, sostenuta economicamente dalla Camera di Commercio Padova e dalla Provincia di Padova, che prevede la realizzazione annuale di una campagna informativa multimediale, rivolta agli agricoltori della provincia di Padova, attraverso la distribuzione di depliant, volantini, manifesti, la messa in onda di spot radio-televisivi, l’istituzione di un numero verde e di un sito, nonché la distribuzione di una tessera personale di identificazione con codice a barre e di materiali per la differenziazione dei rifiuti.
Poiché il servizio nel tempo ha subito e continua a subire continue modifiche, conseguenti all’evoluzione della normativa di settore, risulta di fondamentale importanza una comunicazione sempre accurata, aggiornata, efficace e capillare nei confronti delle aziende agricole. Tale progetto è un esempio vincente di collaborazione oggi più che mai, che è stata approvata una specifica deroga con riferimento al SISTRI, il nuovo sistema di tracciabilità dei rifiuti, a vantaggio delle imprese agricole che conferiscano i propri rifiuti previa convenzione a un circuito organizzato di raccolta (ad esempio accordi di programma o convenzioni con soggetti pubblici o privati).
Ai sensi dell’articolo 7, comma 3 del decreto ministeriale 17 dicembre 2009, infatti, sono esonerati espressamente dall’iscrizione al sistema SISTRI gli imprenditori agricoli che trasportano e conferiscono i propri rifiuti in modo occasionale e saltuario per quantitativi che non eccedano i trenta chilogrammi o i trenta litri, i cui dati sono inseriti nel sistema dal gestore del servizio di raccolta o della piattaforma di conferimento. Tale previsione risulta riferita sia all’ipotesi di conferimento effettuato dall’imprenditore al gestore del centro, sia all’ipotesi di ritiro “porta a porta” effettuato da un incaricato di quest’ultimo, entrambe modalità previste dal progetto “Azienda Pulita”.
fonte:
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: