PREMIO GATTAMELATA 2011: siglata l’intesa con Centro Servizi Volontariato di Padova

Confservizi Veneto, Associazione regionale delle public utilities, che opera dal 2009 insieme alla Camera di Commercio di Padova per la promozione dello Sviluppo Sostenibile e della Responsabilità Sociale d’Impresa, ha firmato ieri un Protocollo d’Intesa con il Centro Servizio Volontariato di Padova.

L’intesa mira a cooperare nell’organizzazione del Premio Gattamelata con una sezione speciale denominata “Sostenibilità e Responsabilità del territorio padovano” con la quale premiare enti, imprese, scuole e associazioni padovane.

Il Premio Gattamelata 2011 sarà articolato in due momenti:

  1. il primo, orientato esclusivamente alle scuole, si terrà in occasione di EXPOSCUOLA in programma presso la Fiera di Padova venerdì 11 novembre 2011 all’interno della Settimana UNESCO ESS per l’Educazione allo Sviluppo Sostenibile all’insegna del tema “A come Acqua”;
  2. il secondo appuntamento si terrà al Teatro Verdi di Padova il 3 dicembre 2011 nell’ambito dei festeggiamenti per la la “Giornata Internazionale del Volontariato” indetta dall’ONU per il 5 dicembre 2011.

Per il Premio Gattamelata è stato creato un evento in facebook.

Annunci

L’impegno di AcegasAps nella Saccisica: riduzione delle perdite e 370 mila euro per raddoppiare la condotta dell’acqua a Brugine

La Responsabilità di AcegasAps per il miglioramento della rete idrica nel territorio padovano.

Gli investimenti e i lavori di ammodernamento effettuati nei dieci comuni della Saccisica serviti da AcegasAps, hanno permesso di ridurre ulteriormente le ingenti perdite di acqua potabile nelle vecchie condotte, molte delle quali risalgono al periodo post bellico, migliorando la qualità dei servizi offerti ai cittadini.

Significativo anche l’investimento di 370.000 € per il raddoppio di una condotta idrica centrale nel Comune di Brugine (v. news nell’articolo del Mattino).

Inoltre, come si può leggere nell’edizione Saccisica del periodico edito da AcegasAps, “in un anno, nell’area dei dieci comuni della Saccisica, AcegasAps ha rimborsato ai propri clienti quasi 130 mila metri cubi d’acqua conseguenti a perdite occulte.”.

Monitoraggio Politiche Regionali Responsabilità Sociale Impresa CSR

La Fondazione per la Diffusione della Responsabilità Sociale d’Impresa (I-CSR) ha pubblicato il Monitoraggio Monitoraggio Politiche Regionali Responsabilità Sociale Impresa CSR delle Politiche Regionali in materia di Responsabilità Sociale d’Impresa.

Il Monitoraggio ha permesso di focalizzare tre aree di interesse:

  • salute e sicurezza sul lavoro
  • pari opportunità
  • conciliazione famiglia-lavoro

Gli impegni della Pubblica Amministrazione premiano il tema della salute e sicurezza sul lavoro 78,3%, segue la conciliazione famiglia-lavoro con il 69,6% e le pari opportunità al 52,2%.

La Fondazione per la Diffusione della Responsabilità Sociale delle Imprese è un centro indipendente i cui fondatori promotori sono il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, l’INAIL, Unioncamere e l’Università Bocconi.

Veneto 2.0 Padova Sostenibile & Responsabile nel Piano Italia 2011 per l’Anno Europeo del Volontariato

Il progetto “Veneto 2.0 Padova Sostenibile & Responsabile” è stato inserito nel “Piano Italia 2011” per l’Anno Europeo del Volontariato. Dopo il riconoscimento della Commissione Nazionale Italiana UNESCO e il Patrocinio di Unioncamere Veneto, Confservizi Veneto prosegue nella realizzazione degli obiettivi previsti nel progetto attuato in sinergia con la Camera di Commercio di Padova e sostenuto anche da un Protocollo d’Intesa con INAIL Veneto.

La Commissione Nazionale per l’UNESCO riconosce il Progetto Veneto 2.0 Responsabilità e Sostenibilità promosso da Confservizi Veneto

Un altro importante riconoscimento per Confservizi Veneto giunge, per il terzo anno consecutivo, dalla Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO.

Ecco la lettera con la quale il prof. Giovanni Puglisi comunica l’avvenuto riconoscimento al direttore dell’associazione regionale dott. Nicola Mazzonetto:

Concorso WWF – Semi di sostenibilità 2011

La rivoluzione della cultura della sostenibilità è già iniziata. Sono le persone comuni che per prime hanno colto la necessità di un cambiamento per raggiungere un equilibrio tra le esigenze dell’uomo e quelle della natura e sono ormai moltissime, e si moltiplicano ogni giorno, le esperienze e le iniziative di scuole, istituzioni, associazioni coinvolte nella pratica della sostenibilità.

Con “Semi di sostenibilità” definiamo le numerose esperienze realizzate dalle scuole che possono svilupparsi e consolidarsi e, con la loro testimonianza, facilitare il cambiamento culturale.

I giardini naturali a scuola e gli orti scolastici, i blog dedicati a questi temi, le riviste e i singoli giornalisti impegnati in quest’ambito, le aziende che realizzano prodotti con risparmio delle risorse e riduzione dell’impatto sull’ambiente, le comunità che si prendono cura del proprio territorio; tutti questi sono i “Semi di sostenibilità” che vogliamo valorizzare.

Il progetto intende far emergere in modo strutturato queste esperienze facendole diventare massa critica, modelli da replicare, facilitando contatti e aggregazioni, dialogo e sinergie, ma soprattutto favorendo riflessioni e azioni per fornire loro una cornice di riferimento sempre più documentata e partecipata.

Un Seme è un’esperienza di sostenibilità che non si è esaurita ma che cresce e si evolve, fino a diventare albero e magari foresta, è un percorso avviato o che si sta avviando e che mira ad accompagnare una comunità, piccola o grande che sia, sulla via della responsabilità nei confronti del nostro pianeta.

E’ ricca di novità l’edizione 2011 del tradizionale concorso WWF per le scuole. In questa edizione al concorso di disegno si affiancano una sezione video e una sezione “progetto” dedicato agli insegnanti.

Il tema è “Semi di sostenibilità”, e trae ispirazione dal progetto promosso da Electrolux e WWF, partner dal 1993 in progetti di comunicazione sul tema della sostenibilità ambientale, per promuovere la conoscenza di State of the World 2010, il rapporto annuale del Worldwatch Institute “Trasformare le culture. Dal consumismo alla sostenibilità”.

I lavori possono essere inviati entro il prossimo 30 aprile.

  • Sezione disegno: “L’elettrodomestico amico dell’ambiente”. Per i più piccoli e per chi ama esprimere la sua creatività con colori e matite
  • Sezione video: “L’EcoTG dei ragazzi”. Per chi vuole utilizzare le nuove tecnologie e realizzare con i compagni un vero telegiornale dedicato alla sostenibilità.
  • Sezione progetto: per gli insegnanti che vogliono raccontare “Il seme di sostenibilità” piantato dalla propria scuola.

In premio tantissimi libri e strumenti didattici per la scuola. Il regolamento, la scheda di partecipazione e le liberatorie del concorso sono scaricabili da www.electrolux.it e da www.wwf.it/educazione.

Per maggiori informazioni scrivere a docenti@wwf.it.

Fonte: www.scuolaer.it

 

IL NUOVO VENETO per un patto comunitario per una Responsabilità Sociale d’Impresa e di Territorio

“Il Nuovo Veneto. Un patto comunitario per rilanciare il territorio e le comunità locali”. Quello che verrà presentato giovedì 10 marzo, con inizio alle 14.30, presso la sede di Unioncamere al Parco Scientifico e Tecnologico Vega di Venezia-Mestre.

Come si evince dal titolo, non è il consueto convegno o l’ennesima tavola rotonda sull’attuale periodo di crisi economica e sociale, bensì il frutto di oltre un anno di intenso lavoro nel territorio regionale fondato sull’ascolto delle comunità locali.

Un percorso dal quale è scaturito dapprima un “Manifesto Aperto” e ora un vero e proprio “Patto comunitario” che, come scrivono gli organizzatori, ha l’ambizione di disegnare i tratti del Nuovo Veneto.

L’idea nasce dall’Associazione Veneto Responsabile, rete regionale per la responsabilità sociale d’impresa e di territorio, che con il contributo di alcune singole Camere di Commercio Venete e di organismi a loro collegate, ha incontrato, tra la fine del 2009 e il 2010, un centinaio di autorevoli rappresentanti di enti, associazioni di categoria, sindacati, rappresentanti del terzo settore, di Istituti di credito e così via, ne ha raccolto e studiato le loro istanze che hanno dato vita al “Patto Comunitario”.

A presentarlo, unitamente al “Progetto Csr Veneto”, frutto di un protocollo d’intesa tra Regione e Unioncamere del Veneto, saranno l’assessore regionale Elena Donazzan, il direttore di Unioncamere del Veneto, Gian Angelo Bellati, il presidente dell’Associazione Veneto Responsabile, Francesco Peraro, il dirigente della Direzione regionale Formazione Santo Romano e l’economista dell’Associazione MASTer dell’Università di Padova, Andrea Marella. Chiuderanno l’incontro le riflessioni di Stefano Zamagni, economista, presidente dell’Agenzia per le Onlus.

Oltre alla Regione e Unioncamere sostengono questa iniziativa Modello Veneto, consulenza per l’impresa, Banca Etica e Valore Sociale.

È possibile iscriversi al Convegno direttamente dal sito web di Veneto Responsabile: www.venetoresponsabile.org. Per informazioni e adesioni: segreteria organizzativa Cooperativa Asa tel 049 684932; e-mail info@asacoop.org.

vai all’iscrizione