Confservizi Veneto firma l’intesa con Veneto Responsabile. Convegno il 9 novembre in Banca Etica a Padova sul tema “Economia dell’Acqua, Sostenibilità e Responsabilità del Territorio Padovano”

Confservizi Veneto e Veneto Responsabile hanno sottoscritto un Protocollo d’Intesa che avrà come primo momento di lavoro un convegno sul tema l'”Economia dell’Acqua”.

All’evento, in programma il 9 novembre a Padova c/o Banca Etica, collabora la Camera di Commercio di Padova con il Riconoscimento della Commissione Nazionale UNESCO. 

Sono previsti anche interventi di AcegasAps, ETRA e CVS (per iscrizioni inviare email a direttore@confserviziveneto.net, INFO 049.8071777).

Le due associazioni hanno deciso di unire le forze e condividere i medesimi obiettivi orientati a:

  • rafforzare il ruolo della Pubblica Amministrazione di agente attivo nei processi di sviluppo sostenibile del territorio, favorendo la definizione ed adozione di metodi partecipativi e processi relazionali condivisi;
  • far diventare la Responsabilità Sociale un’opportunità di crescita per tutte le organizzazioni siano esse imprese, organizzazioni no profit, organizzazioni di rappresentanza, enti pubblici;
  • aumentare la consapevolezza di come la Responsabilità Sociale porta a concrete ricadute comportamentali ed operative nella gestione delle specifiche attività di ogni organizzazione;
  • avviare concreti percorsi che portano a declinare nello specifico delle singole categorie di attività, la Responsabilità Sociale, lì dove il guardare dentro non è tanto rivolto alla Responsabilità sociale ma piuttosto a come essa viene vissuta e praticata.

Il Convegno è stato inserito nella Settimana ESS per l’Educazione allo Sviluppo Sostenibile si terrà in tutto il territorio nazionale dal 7 al 13 novembre 2011 all’insegna del tema “A come Acqua”.

Il Decennio dell’Educazione allo Sviluppo Sostenibile (DESS) 2005-2014 è una grande campagna lanciata dalle Nazioni Unite per sensibilizzare giovani e adulti di tutto il mondo verso la necessità di un futuro più equo ed armonioso, rispettoso del prossimo e delle risorse del pianeta.

La campagna vuole valorizzare il ruolo dell’educazione, e più in generale degli strumenti di “apprendimento” nella diffusione di valori e competenze orientati a uno sviluppo sostenibile. Uno sviluppo cioè di cui possano beneficiare tutte le popolazioni del pianeta, presenti e future, e in cui le tutele di natura sociale, quali la lotta alla povertà, il rispetto i diritti umani, la tutela della salute possano integrarsi con le esigenze di conservazione delle risorse naturali trovando sostegno reciproco.

Annunci