Il PREMIO GATTAMELATA a EXPOSCUOLA 2011, venerdì 11 novembre premiate le scuole di ESTE e DUE CARRARE (Pd) per progetti su fitodepurazione, bioindicatori e biotecnologie

Il Premio Gattamelata è un’iniziativa promossa insieme al Centro Servizi Volontariato provinciale di Padova da Confservizi Veneto e Camera di Commercio di Padova con il Riconoscimento della Commissione Italiana UNESCO nell’ambito della Settimana per l’Educazione allo Sviluppo Sostenibile, il Patrocinio dell’Anno Europeo per il Volontariato 2011 e la collaborazione del Centro Veneto Servizi di Monselice (Pd).

Alla prima edizione della Sezione speciale “Sostenibilità e Responsabilità del territorio padovano”, in programma la mattina dell’11 novembre a EXPOSCUOLA presso la Fiera di Padova (la seconda parte dedicata a Enti Locali, Aziende e Terzo Settore si terrà il 3 dicembre al Teatro Verdi di Padova), verranno premiati due istituzioni scolastiche che si sono distinte con progetti attinenti al tema “A come Acqua”.

In particolare l’”Istituto Comprensivo Due Carrare” ha lavorato sulla fitodepurazione e gli animali indicatori della qualità dell’acqua, mentre l’”IIS Euganeo” ha progettato un nuovo indirizzo di studi sulle Biotecnologie che verrà presentato in anteprima a EXPOSCUOLA con testimonianze degli allievi interessati a intraprendere questo percorso. Alla premiazione è prevista la partecipazione di circa 160 persone.

PROGRAMMA

  • ore 10:30: saluti istituzionali
  • ore 10:40: Illustrazione progetto dell’”Istituto Comprensivo Due Carrare” (Pd)
  • ore 11:00: Illustrazione progetto dell’”IIS Euganeo” di Este (Pd)
  • ore 11:15: premiazione

Il Premio Gattamelata mira a valorizzare progetti di innovazione del territorio padovano orientati allo sviluppo sostenibile e la responsabilità sociale che favoriscono metodi partecipativi e processi relazionali condivisi.

Progetto in facebook www.facebook.com/sostenibileresponsabile e youtube www.youtube.com/sostenibileresponsab.

Obiettivi di Exposcuola&YOUng

Orientare gli adolescenti verso un percorso di studi coerente con i propri talenti e il mercato del lavoro. Mettere in contatto i giovani diplomati e laureati con le aziende e il mondo del lavoro. Organizzare un luogo di relazione per bambini insieme a genitori, nonni, insegnanti, dedicato al divertimento e ai giochi educativi. Proporre a insegnanti ed educatori un momento di confronto e aggiornamento professionale.

Annunci

E’ iniziata oggi la 36ª sessione della Conferenza Generale dell’UNESCO. Lo sviluppo sostenibile tra i temi fondamentali

Le delegazioni di 193 Stati Membri e dei paesi associati sono riuniti a Parigi dal 25 ottobre al 10 novembre allo scopo di stabilire il programma, le strategie e il budget dell’Organizzazione per il prossimo biennio poiché la Conferenza Generale si tiene ogni due anni.

Priorità sarà data ai programmi più importanti dell’UNESCO, come l’Education for All (2015) che mira a garantire a tutti i bambini del mondo l’accesso all’istruzione primaria entro il 2015 e a temi fondamentali come lo sviluppo sostenibile e la cultura della pace e della non violenza.

Diversi Capi di Stato e di Governo, soprattutto della regione africana, prenderanno parte il 26 e il 27 ottobre alla tavola rotonda delle autorità (“Leader Forum”) sul tema “Come l’UNESCO può contribuire a diffondere la cultura della pace e dello sviluppo sostenibile?”.

Il 2 novembre la riunione plenaria sarà dedicata alla celebrazione del primo decennio dall’adozione della Dichiarazione Universale sulla Diversità Culturale. Tra le questioni più delicate previste nel programma della Conferenza c’è la richiesta di ammissione della Palestina all’UNESCO. Saranno presentati gli esiti del Forum UNESCO dei Giovani. Si deciderà se istituire una Giornata internazionale dedicata al Jazz.

Questa 36ª Conferenza Generale dell’UNESCO, apertasi senza grande enfasi stamane a Parigi” –sottolinea il Prof. Giovanni Puglisi, Presidente della Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO a seguito della cerimonia inaugurale – “si delinea come una delle Conferenze più importanti nella storia dell’UNESCO, dovendo affrontare – per prima tra le Agenzie Internazionali dell’ONU – il difficile nodo della Palestina. Il ruolo dell’Italia, come sempre, sarà di primaria importanza tanto nella mediazione politico-culturale tra le diverse posizioni nell’area Mediorientale quanto nell’abbattimento delle tensioni internazionali su uno scacchiere più ampio di rilievo globale.  L’ipotesi di un declassamento del ruolo statunitense nell’UNESCO è assolutamente da scongiurare, pur nella convinzione dell’incoercibile diritto di tutti i popoli, compresi quello palestinese, alla loro autodeterminazione. La gradualità delle scelte e l’intelligenza di una strategia politico-diplomatica” –conclude il Prof. Puglisi –  certamente prevarranno sull’impeto emotivo del momento. L’UNESCO per sua natura è un’organizzazione inclusiva, guai a farne un terreno di scontro politico ideologico”.

Nel processo decisionale ad ogni Paese spetta un voto.

Per saperne di più (sito in lingua in inglese o francese)

Fonte: www.unesco.it

INVITO incontro sulla PREVENZIONE IDRAULICA. Giovedì 10 novembre 2011, Due Carrare (Pd). Buone pratiche per la manutenzione di 260 km di fossi

Confservizi Veneto e CCIAA di Padova, in collaborazione con il Comune di Due Carrare (Pd) e la Rete Wigwam comuni per lo Sviluppo Solidale e Sostenibile ha il piacere di invitarvi ad un incontro sul tema della Prevenzione al Rischio Idraulico.

L’evento (scarica da questo link l’INVITOsi terrà giovedì 10 novembre 2011 con inizio ore 17:30 a Due Carrare, presso la Sala “U. Salvan”, Casa dei Carraresi (Via Roma 33) e sarà centrato sull’argomento “I FOSSI: bene comune del territorio. Buone pratiche per la manutenzione di 260 km di fossi”. 

PROGRAMMA

  • Introduce e coordina Nicola MAZZONETTO, Direttore Confservizi Veneto
  • Efrem TASSINATO, Circuito WIGWAM relatore
  • Eugenio ZAGGIA, Presidente Consorzio di Bonifica Bacchiglione relatore
  • Giuseppe BALDO, responsabile studio di monitoraggio rete terziaria fossi a Due Carrare relatore
  • Claudio GARBO, Vicesindaco Assessore Ambiente Due Carrare relatore
  • Graziano BURATTIN, Assessore Pubblica Istruzione Due Carrare relatore
  • Conclude Lamberto TOSCANI, Componente Giunta CCIAA Padova, Presidente Confservizi Veneto

L’evento gode del Riconoscimento ufficiale della Commissione Italiana UNESCO nell’ambito dell’ESS, ovvero Educazione allo Sviluppo Sostenibile. La Settimana ESS 2011 si svolgerà dal 7 al 13 novembre con il tema “A come Acqua“.

Confservizi Veneto firma l’intesa con Veneto Responsabile. Convegno il 9 novembre in Banca Etica a Padova sul tema “Economia dell’Acqua, Sostenibilità e Responsabilità del Territorio Padovano”

Confservizi Veneto e Veneto Responsabile hanno sottoscritto un Protocollo d’Intesa che avrà come primo momento di lavoro un convegno sul tema l'”Economia dell’Acqua”.

All’evento, in programma il 9 novembre a Padova c/o Banca Etica, collabora la Camera di Commercio di Padova con il Riconoscimento della Commissione Nazionale UNESCO. 

Sono previsti anche interventi di AcegasAps, ETRA e CVS (per iscrizioni inviare email a direttore@confserviziveneto.net, INFO 049.8071777).

Le due associazioni hanno deciso di unire le forze e condividere i medesimi obiettivi orientati a:

  • rafforzare il ruolo della Pubblica Amministrazione di agente attivo nei processi di sviluppo sostenibile del territorio, favorendo la definizione ed adozione di metodi partecipativi e processi relazionali condivisi;
  • far diventare la Responsabilità Sociale un’opportunità di crescita per tutte le organizzazioni siano esse imprese, organizzazioni no profit, organizzazioni di rappresentanza, enti pubblici;
  • aumentare la consapevolezza di come la Responsabilità Sociale porta a concrete ricadute comportamentali ed operative nella gestione delle specifiche attività di ogni organizzazione;
  • avviare concreti percorsi che portano a declinare nello specifico delle singole categorie di attività, la Responsabilità Sociale, lì dove il guardare dentro non è tanto rivolto alla Responsabilità sociale ma piuttosto a come essa viene vissuta e praticata.

Il Convegno è stato inserito nella Settimana ESS per l’Educazione allo Sviluppo Sostenibile si terrà in tutto il territorio nazionale dal 7 al 13 novembre 2011 all’insegna del tema “A come Acqua”.

Il Decennio dell’Educazione allo Sviluppo Sostenibile (DESS) 2005-2014 è una grande campagna lanciata dalle Nazioni Unite per sensibilizzare giovani e adulti di tutto il mondo verso la necessità di un futuro più equo ed armonioso, rispettoso del prossimo e delle risorse del pianeta.

La campagna vuole valorizzare il ruolo dell’educazione, e più in generale degli strumenti di “apprendimento” nella diffusione di valori e competenze orientati a uno sviluppo sostenibile. Uno sviluppo cioè di cui possano beneficiare tutte le popolazioni del pianeta, presenti e future, e in cui le tutele di natura sociale, quali la lotta alla povertà, il rispetto i diritti umani, la tutela della salute possano integrarsi con le esigenze di conservazione delle risorse naturali trovando sostegno reciproco.

La sostenibilità al centro del Rapporto Statistico della Regione Veneto 2011

Il tema della sostenibilità è il fil rouge del Rapporto Statistico 2011 della Regione Veneto, rappresenta la naturale evoluzione del concetto di “fare rete” che aveva caratterizzato l’edizione del 2010. Ecco lo schema con le dimensioni della sostenibilità declinate rispetto ai contenuti del Rapporto Statistico 2011:

Tra i dati di particolare interesse  nel Rapporto Statistico 2011 del Veneto, incentrato sui temi dello sviluppo sostenibile, c’è l’analisi relativa alla gestione della “risorsa suolo” e rifiuti:

  • a livello regionale i territori provinciali più urbanizzate sono quelli di Padova (19,4% di superficie urbanizzata) e di Treviso (17,6%);
  • buona la performance nel settore rifiuti per la raccolta differenziata con una media regionale 2009 pari al 56,3%.

Come sottolinea nella presentazione il Vice Presidente della Regione Veneto Marino Zorzato: “Sviluppo sostenibile, a mio parere, è certamente sinonimo di qualità della vita che, pur senza prescindere dagli aspetti strettamente economici, va ricercata in ogni contesto. A questo proposito, il concetto stesso di “sviluppo sostenibile” è particolarmente significativo, perché coniuga tra loro due elementi – lo sviluppo e la sostenibilità, appunto – che non sono contraddittori fra di loro, ma si prestano ad essere sviluppati in modo sinergico”.

Cultura dell’Acqua e Sicurezza Idraulica nel territorio padovano: Intesa tra Confservizi Veneto e comuni Rete Wigwam per lo Sviluppo Solidale.

E’ stato firmato ieri al Comune di Due Carrare un Protocollo d’Intesa tra Confservizi Veneto e i comuni della Rete Wigwam per lo Sviluppo Solidale finalizzato alla Promozione della Cultura dell’Acqua e della Sicurezza Idraulica.

Promuovere la Cultura dell’Acqua e la Sicurezza Idraulica nel territorio padovano, è questo l’obiettivo fondamentale del Protocollo d’Intesa sottoscritto il 31 agosto tra il Presidente di Confservizi Veneto Lamberto Toscani e il Vice Sindaco del Comune di Due Carrare Claudio Garbo nella veste di Portavoce rete Wigwam comuni per lo Sviluppo Solidale e Sostenibile del Sud-Est padovano.

La collaborazione entrerà nella fase operativa nel pomeriggio del prossimo 20 settembre presso il Comune di Due Carrare. Nell’occasione si terrà un incontro organizzativo a cui saranno invitati i comuni padovani interessati a partecipare attivamente alle iniziative da mettere in agenda per la Settimana UNESCO di Educazione allo Sviluppo Sostenibile 2011 all’insegna del tema “A come Acqua” che si svolgerà dal 7 al 13 novembre. L’iniziativa cadrà giusto un anno dopo l’alluvione nel territorio padovano, argomento sul quale verrà fatto il punto della situazione e messo al centro degli eventi per le importanti ricadute sull’economia padovana. Per promuovere le attività sono stati attivati strumenti web social network con blog, facebook e video YouTube.

Confservizi Veneto, in partnership con la Camera di Commercio di Padova, opera dal 2009 per la promozione della Sviluppo Sostenibile e la Responsabilità Sociale d’Impresa nel territorio padovano con il Riconoscimento della Commissione Nazionale UNESCO, il Patrocinio di Unioncamere Veneto e INAIL Veneto.

Il progetto Padova Sostenibile & Responsabile è stato inserito nel programma del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali per l’Anno Europeo per il Volontariato 2011. La Rete Wigwam comuni per lo Sviluppo Solidale e Sostenibile, insieme all’Istituto Wigwam di Studi e Ricerche in collaborazione con la Provincia di Padova, si prefigge l’obiettivo di portare un contributo alla soluzione del problema della corretta manutenzione dei fossi e più in generale della rete idraulica.

La rete dei comuni padovani per lo Sviluppo Solidale e Sostenibile parteciperà all’organizzazione della prima edizione del “Premio Gattamelata Padova Sostenibile & Responsabile 2011” che premierà iniziative di sostenibilità e responsabilità sociale di enti, imprese, scuole e organizzazioni di volontariato attivi nel territorio padovano.

1,5 milioni di euro per iniziative di sviluppo sostenibile. Bando Ministero Ambiente, scadenza 29 aprile 2011

Avviso Pubblico per l’attribuzione di contributi economici a enti pubblici, soggetti privati singoli o associati, fondazioni ed associazioni per iniziative ed interventi in materia ambientale.

Il Bando scade il 29 aprile 2011 e riguarda iniziative ed azioni riguardanti la protezione dell’ambiente nell’ottica di perseguimento degli obiettivi di riduzione delle emissioni di gas serra sul territorio nazionale anche con riferimento all’educazione ambientale e allo sviluppo sostenibile in tema di:

  • riciclo e raccolta differenziata dei rifiuti;
  • energie rinnovabili ed efficienza energetica;
  • mobilità sostenibile;
  • biodiversità e tutela degli habitat naturali, con particolare riguardo alle foreste;
  • cambiamenti climatici;
  • sviluppo sostenibile.

Possono presentare istanza di contributo enti pubblici, soggetti privati singoli o associati, associazioni e fondazioni. Ogni soggetto può presentare una sola richiesta di contributo.

Le risorse finanziarie disponibili sono pari a Euro 1.500.000.

Documentazione:

Fonte: www.minambiente.it